Ufficio di mediazione Carne

L’Ufficio di mediazione Carne ha l’obiettivo di fornire ai consumatori un indirizzo a cui rivolgersi nell’ambito della carne. L’ufficio serve anche da punto di riferimento per coloro che intendono denunciare degli illeciti. L’Ufficio di mediazione Carne è inteso come un’istanza neutrale di mediazione tra cliente, collaboratore e azienda e persegue lo scopo di mediare per evitare di comparire davanti ad un giudice.

Orari di apertura:
L’Ufficio di mediazione Carne è aperto tutti i giorni per richieste telefoniche dalle 08.30 alle 11.30.

Telefono:
031 380 50 39

E-Mail:
Inviare le richieste per e-mail a: fleisch@konsum.ch

Indirizzo postale:
Ombudsstelle Fleisch
c/o Konsumentenforum kf
Belpstrasse 11
3007 Berna

ombudsstellefleisch_italienisch

COME FUNZIONA

1. Parlare del problema con l’azienda in questione
Prenda contatto con l’azienda in questione e descriva il suo problema. In base all’esperienza, la maggior parte delle questioni si può risolvere in questo modo.

2. Ci invii la sua corrispondenza (ad es. lo scambio di e-mail) con l‘azienda
Se non è possibile risolvere il problema direttamente in modo bilaterale, ci faccia pervenire, se possibile, la corrispondenza e/o ci descriva il suo problema, compresa l’intera storia del caso. In base a ciò l’Ufficio di mediazione Carne adotterà delle misure in forma di raccomandazione intese a risolvere il problema.

3. Se non è d’accordo con la soluzione, può fare ricorso
Nel caso in cui lei o l’azienda in questione non fosse d’accordo con la raccomandazione dell’Ufficio di mediazione, è possibile fare ricorso. In tal caso la questione passa al consiglio di mediazione. La commissione tratterà il caso e adotterà eventualmente ulteriori misure da considerare sempre alla stregua di raccomandazione.

4. Una delle parti contraenti (consumatore oppure imprenditore) non è d’accordo con la decisione in merito al ricorso
Se una della due parti non fosse d’accordo con la proposta del consiglio di mediazione, si è costretti a ricorrere ad una causa di diritto civile. In tal caso l’Ufficio di mediazione non assume la rappresentanza di alcuna della parti e rimane neutrale. Il tribunale può tuttavia impiegare le decisioni della prima e della seconda istanza.

CONSIGLIO DI MEDIAZIONE

Dr. Balz Horber – Ombudsman e presidente del Consiglio di mediazione
ombudsstelle-balz-horber
Balz Horber è nato nel 1945; nel 1973 si è laureato all’università di S. Gallo con una tesi sulla politica della formazione. Egli è stato dapprima segretario, poi fino al 1989 sostituto direttore dell’Unione Svizzera delle arti e mestieri. Nel 1990 ha assunto la direzione dell’Unione Svizzera Macellai. Nell’ambito della fusione delle diverse organizzazioni dell’economia della carne, egli ha diretto fino alla fine del 2009 l’Unione Professionale Svizzera della carne UPSC.
Tra i suoi passatempi vi sono i viaggi, la storia antica e il teatro musicale, attività alle quali si dedica da quando è andato in pensione, senza dimenticare il tempo passato con i suoi tre nipoti.

Louis Junod – Rappresentante dell’associazione di sostegno
ombudsstelle-louis-junodLouis Junod è macellaio di professione con esame di maestria; dal 1989 gestisce in terza generazione la sua macelleria artigianale a Sainte-Croix nel canton Vaud. Nell’anno 2002 è stato eletto come rappresentante della Romandia nel comitato centrale dell’Unione Professionale Svizzera della carne UPSC, della quale è vicepresidente dal 2004. Nel 2006 è giunta la nomina di presidente della commissione paritetica per l’applicazione del contratto collettivo di lavoro per l’economia della carne. Louis Junod è inoltre vicepresidente del consiglio d’amministrazione del Centro di formazione per l’economia svizzera della carne (ABZ) a Spiez nonché membro del consiglio d’amministrazione della MT Metzger-Treuhand AG a Dübendorf.
Nel tempo libero ama stare in compagnia della famiglia, le escursioni e la natura.

Albino Sterli – Rappresentante dei lavoratori
ombudsstelle-albino-sterliAlbino Sterli ha imparato l’artigianato della macelleria “dalla gavetta” e nel 1983 ha sostenuto con successo al 1. rango l’esame federale di maestria. Dopo un periodo di attività in proprio, egli si è impiegato presso un grossista del commercio al dettaglio dapprima come capo-azienda; in seguito ha dimostrato le proprie capacità come capo delle vendite alle macellerie per la regione Svizzera orientale e Ticino. In qualità di responsabile generale, egli ha messo a frutto le sue competenze anche nell’ambito Food/Non Food: in questo modo egli è pronto e dispone di ottime qualifiche per svolgere ulteriori compiti anche all’esterno del settore della macelleria. Dal 2009 è presidente dell’Associazione Svizzera del personale della macelleria ASPM e presidente del consiglio di fondazione Perfezionamento e Previdenza sociale; egli è inoltre membro di diverse commissioni, tra le quali la Commissione paritetica nell’artigianato svizzero della macelleria, nel quale svolge la funzione di esperto dell’esame professionale. In qualità di presidente dell’ASPM, Albino Sterli si occupa delle più disparate questioni del diritto del lavoro e sociali, determinando la linea dell’ASPM.
Il suo tempo libero è dedicato alla famiglia e allo sport, dove svolge la funzione di arbitro di calcio.

Anna Barbara Eisl-Rothenhäusler – Rappresentante dei consumatori

Eisl-Rothenhäusler e membro del comitato esecutivo del Forum dei consumatori kf da 2012. In questo comitato l‘ albergatrice diplomata e responsabile del dossier alimentazione. Vicino a questo impegno per i consumatori lei conduce sua agenzia di communicazione a.b.e.r. relations.